I giudici: prove d’infedeltà le notizie su Facebook

È una nuova dimensione con cui devono fare i conti giudici e avvocati. I social network, le possibilità di comunicazione offerte dagli smartphone, i dialoghi via skype sono innovative frontiere tecnologiche che influenzano sempre più spesso relazioni sentimentali e disagi psicologici. In materia, aumentano le cause civili, dove fonti di prova diventano frammenti di messaggi registrati con le nuove tecnologie.

Quando non spetta più l’assegno di mantenimento all’ ex?

I tempi sono mutati, e con essi anche la condizione economica e sociale della donna, che sempre più rivendica il proprio diritto alla parità dei sessi ed all’autodeterminazione, e pertanto a poter svolgere un lavoro per essere economicamente autosufficiente ed autonoma. Continua a leggere

Paga il danno da alienazione parentale la mamma che non fa vedere il figlio all’ex

Per il Tribunale di Roma il danno al diritto costituzionalmente garantito alla genitorialità può essere liquidato in forma equitativa

La sindrome dell’alienazione parentale è ormai ufficialmente parte dei ragionamenti fatti all’interno delle aule di giustizia.

Continua a leggere

Mantenimento dei figli maggiorenni dopo la separazione

I genitori separati o divorziati devono versare un assegno per il figlio maggiorenne finché il ragazzo non sarà autosufficiente. Ma se non vuole lavorare…

Maggiorenne ma ancora da mantenere. I genitori separati spesso si trovano nella condizione di dover garantire un presente ad un figlio che ha già compiuto i 18 anni. Continua a leggere

Assegno di mantenimento revocato se l’ex moglie va a convivere

Se, dopo la separazione o il divorzio, l’ex moglie va a convivere dal nuovo compagno, e non si tratta di un breve soggiorno di qualche mese, ma di una convivenza stabile (assimilabile a quella matrimoniale), perde l’assegno di mantenimento. A ricordarlo è la Corte di Appello di Roma [1].

Continua a leggere

Alienò il figlio: condannata a risarcire 50.000 euro – La Nazione 17.8.2016

Il magistrato che ha emesso la sentenza (fonte: http://www.lanazione.it/la-spezia/cronaca/sentenza-figlio-ex-1.2434303)

Il magistrato che ha emesso
la sentenza (fonte:www.lanazione.it)

La Spezia, 17 agosto 2016 – Per quindici anni si è visto impedire dall’ex moglie ogni contatto col figlio, ostacolato in ogni tentativo di poter esercitare il ruolo di padre e contribuire alla crescita di quel bambino di soli quattro anni, oggi diciannovenne. Una storia di privazioni affettive che nei giorni scorsi ha visto il giudice del tribunale della Spezia, Lucia Sebastiani, condannare l’ex moglie al pagamento di un risarcimento a favore dell’uomo di cinquantamila euro.

Continua a leggere