Banco Alimentare

Banco Alimentare : nutrirsi ? un diritto

Tempi duri e una crisi che non molla. L’Istat dichiara che ben il 50 % della popolazione italiana è costituita  da disoccupati, cassaintegrati, persone con contratti a termine.
Le famiglie con uno o entrambi i genitori in cassa integrazione o con una sola persona a percepire lo stipendio in un nucleo familiare, da tempo respirano disagio ed hanno una scarsissima speranza che la situazione possa migliorare entro breve.
Di parole e promesse non si nutre nessuno, ma balza immediatamente all’occhio la differenza fra chi si adopera per sostenere concretamente le famiglie e le persone in difficoltà in un paese ove le politiche a sostegno delle famiglie sono pressoché inesistenti e le poche sensibilità esistenti poggiano su di una fede nell’aiuto al prossimo davvero meritevole di ammirazione che nulla ha a che fare col governo.
Sempre più spesso è la Caritas o enti di sostegno reale alla povertà a contraddistinguersi in questi aiuti, e a loro diciamo grazie sempre e comunque, a prescindere da ciò che si legge sui giornali e ai giornalieri gesti di sostegno alla popolazione. E’ dunque tempo di crisi, ma anche di solidarietà, quella che viene dal mondo della Solidarietà.
L’associazione ha stretto una convenzione con Il BANCO ALIMENTARE, per la distribuzione di generi alimentari alle persone separate (e non) e famiglie bisognose di aiuto.
La distribuzione dei pacchi alimentari avviene il giovedì presso i locali della ex I circoscrizione di Savona ( via dei Castodenga vicino al campo di calcio).

Per informazioni sulla distribuzione dei pacchi alimentari telefonare al 3382295037 ( Anna )

L’offerta è rivolta a singoli individui, agli associati e non.