Le domande ai candidati sindaci del 2017 (sezione di Genova)

Le domande ai candidati sindaci del 2017 (sezione di Genova)

Cari aspiranti sindaci di Genova, siamo un gruppo di genitori che fanno parte dell’Associazione Papà Separati Liguria che vivono a Genova.

Con questa lettera vorremmo portare alla vostra attenzione le problematiche di chi vive la separazione e chiedervi d’intervenire nel nostro capoluogo per cercare di arginare, aiutare, e sostenere una nuova fascia di cittadini denominati “deboli” dalle recenti statistiche Istat: i genitori separati in prevalenza i padri, e i figli dei separati. Continua a leggere

Cari candidati alla poltrona di sindaco di Genova

LETTERA APERTA AI CANDIDATI SINDACI

L’Associazione Papà Separati Liguria rappresenta padri, madri, nonni, zii e figli di genitori separati accomunati dallo stesso obbiettivo il bene dei nostri figli e dei nostri nipoti.

Noi riteniamo la Bigenitorialità intesa come un preminente ed indispensabile diritto del minore e dovere dei genitori, ex coniugi e vorremmo bambini più felici di vivere la loro fanciullezza con entrambi i genitori e non terrorizzati da psicologi , assistenti sociali ( per fortuna non sono tutti così ) e usati da un genitore senza scrupoli contro l’altro. Continua a leggere

INCONTRO CON GIORNALISTA INFORMATICO PAOLO ATTIVISSIMO

PER NON C@DERE NELLA RETE

PAOLO ATTIVISSIMO

Martedì sera alle ore 21 si è svolta presso la Sala Convegni del Palace di Spotorno un importante evento dal nome “ Per non c@dere nella rete” a cura del Comune di Spotorno in collaborazione con l’associazione A.Ge sezione di Spotorno e l’assessore Gian Luca Giudice. Continua a leggere

Affido di minori: padre divorziato potrà farsi direttamente carico del figlio

“Il tribunale di Brindisi supera la tradizionale forma dell’assegno di mantenimento in denaro che storicamente uno dei coniugi versava al coniuge collocatario”

BRINDISI – Con una recente sentenza il tribunale di Brindisi ha riconosciuto il diritto di un padre divorziato a tenere suo figlio minorenne presso il proprio domicilio in un numero di giorni identici a quelli in cui il figlio potrà stare da sua madre, facendosi carico direttamente di tutti i bisogni del minore, senza dover versare alcuna assegno di mantenimento alla madre, ad eccezione di una piccola somma mensile in funzione meramente perequativa. Continua a leggere

DELL’AFFIDO CONDIVISO DALLA RESIDENZA PRIVILEGIATA ALLA ……

DELL’AFFIDO CONDIVISO DALLA RESIDENZA PRIVILEGIATA ALLA PARTECIPAZIONE DEI GENITORI ALLA QUOTIDIANITÀ DEI FIGLI

di GIORGIO JACHIA

1. Capacità genitoriali omogenee

1.1 Risposta giurisdizionale L’affido condiviso attua al contempo il diritto di ogni genitore a mantenere, istruire ed educare i figli (art. 30 cost.) ed il diritto della prole (art. 315 bis primo comma c.c.) a mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno dei genitori nonché di ricevere cura, educazione, istruzione e assistenza morale da entrambi e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale. Continua a leggere