Alienazione parentale: 10 domande a Camerini, Pingitore, Lopez

Si verifica una sindrome di alienazione parentale quando, dopo la separazione, uno dei coniugi scredita la figura dell’altro davanti ai figli, fino a favorire il rifiuto di vedere il genitore.

Iniziamo subito con una domanda secca: cos’è, in sintesi, l’alienazione parentale? Continua a leggere

Il suicidio e la paura del padre

Tante, troppe risultano essere le notizie di cronaca – purtroppo anche recentissime – che riferiscono i drammatici suicidi di adolescenti e giovani che, avendo scoperto la propria omosessualità e temendo il giudizio, la riprovazione, addirittura il rifiuto (anche violento) da parte dei coetanei e, in particolar modo dei genitori, si uccidono.

Continua a leggere

SANREMO 21 ottobre 2016 : COME EVITARE L’ALIENAZIONE PARENTALE

COME EVITARE L’ALIENAZIONE PARENTALE

Prima del parlare del cosa sarebbe utile fare per evitare, prevenire che si strutturi nel corso di una separazione quella che viene descritta come PAS, sarebbe meglio riflettere sul perché sia necessario e fondamentale farlo. Continua a leggere

Paga il danno da alienazione parentale la mamma che non fa vedere il figlio all’ex

Per il Tribunale di Roma il danno al diritto costituzionalmente garantito alla genitorialità può essere liquidato in forma equitativa

La sindrome dell’alienazione parentale è ormai ufficialmente parte dei ragionamenti fatti all’interno delle aule di giustizia.

Continua a leggere

N.6919/16 – Svolta epocale in tema di Alienazione genitoriale

Svolta epocale della Corte di Cassazione in tema di Alienazione genitoriale con la sentenza della prima sezione civile n. 6919 dell’8 aprile 2016.

Con la sentenza n. 6919 /2016 la Cassazione statuisce che non compete alla Corte dare giudizi sulla validità o invalidità delle teorie scientifiche sulla PAS ( Sindrome di alienazione parentale ), ma spetta ai giudici invece capire e adeguatamente motivare sulle ragioni dell’ostinato rifiuto del padre da parte della figlia, utilizzando i comuni mezzi di prova tipici e specifici della materia – incluso l’ascolto del minore – e anche le presunzioni , qualora un genitore denunci comportamenti ostativi dell’altro genitore affidatario o collocatario , che provocano l’allontanamento morale e materiale della prole da sé, condotte indicate come significative della presenza di una PAS . Continua a leggere

La sindrome di Medea

La sindrome di Medea A cura della Dott.ssa Agata Gallo

La Medea di Euripide è una delle più disperate ed eroiche tragedie greche: è l’esempio classico di ratio e furor, mens e cupido. Medea è nipote della maga Circe, dalla quale eredita i suoi poteri magici. Innamoratasi di Giasone, lo aiuta ad impossessarsi del vello d’oro arrivando persino ad uccidere il proprio fratello, in modo che il padre, intento a raccogliere i resti del figlio, non possa impedire la fuga degli Argonauti e di Medea stessa, che in seguito sposerà il suo amato. Continua a leggere

Il MIUR riconosce il diritto del genitore non convivente a vigilare sull’istruzione e ad accedere alla documentazione

Il Miur detta le regole per i rapporti tra il genitore separato non convivente con i figli e le scuole, cercando di garantire che possa occuparsi della loro istruzione, tutelando al contempo il diritto alla “bigenitorialità” di bambini e ragazzi.

Continua a leggere