Violazione del diritto di visita del papà

Quando l’ex compagna o l’ex moglie impedisce al padre di vedere i figli: cosa poter fare per garantire al genitore gli incontri imposti dal giudice?

La separazione e/o il divorzio possono dar luogo a questioni che rilevano anche sotto il punto di vista penale. Esiste, infatti, una sfera di problematiche inerente ai diritti, spesso negati, di quei padri separati/divorziati, coinvolti in tristi vicende familiari in cui i figli, da oggetto di tutela, diventano strumento di ripicche. Continua a leggere

Divorzio: evitare il mantenimento intestando la casa al figlio

Interessante sentenza del tribunale di Genova, che come associazione portiamo avanti da parecchi anni.

Le separazioni e i divorzi danno spesso vita a battaglie giudiziarie di dubbia utilità. Come nel caso della richiesta di «addebito» avanzata dal coniuge più “povero”: quest’ultimo, anche se il giudice non dovesse attribuire la colpa della separazione all’altro, avrebbe ugualmente diritto al mantenimento, per cui tutta la diatriba in tribunale ha davvero poca utilità pratica.  Continua a leggere

N.3810/15 – Sanzione al genitore che ostacola le visite

Con la recente sentenza n. 3810 del 25/02/2015, la prima sezione della Corte di Cassazione ha respinto il ricorso della madre, condannata al pagamento alla Cassa delle ammende di una somma a titolo di sanzione per aver ostacolato il diritto di visita dell’ex-marito alle figlie. Continua a leggere

“IL MINORE E TRASFERIMENTO DI RESIDENZA” – Trib. Torino 8/10/14

Importante decisione «guida» del Tribunale Torino: sulla scelta della residenza abituale del minore conteso Trib. Torino, sez. VII civ., decreto 8 ottobre 2014 (Pres. Cesare Castellani, rel. Lorenzo Audisio) Residenza abituale del minore – Scelta della residenza – Decisione dei genitori – Accordo – Necessità – Sussiste – Eccezione – Affidamento esclusivo cd. Rafforzato (art. 337-ter c.c.) Continua a leggere

N.16175/14 – Se il progetto di recupero della funzione genitoriale fallisce, allora si può dichiarare l’adottabilità del minore

Il giudice può dichiarare l’adottabilità del minore, solo quando abbia verificato l’irrecuperabilità della funzione genitoriale e lo stato di abbandono del minore stesso. Il procedimento di accertamento dell’adottabilità deve prevedere un progetto atto a permettere di recuperare la funzione genitoriale, avendo il minore il diritto di vivere nella propria famiglia d’origine. Continua a leggere

N.27995/09 – Ostacolare la bigenitorialità costituisce reato

In tema di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento giurisdizionale adottato in sede di separazione dei coniugi, il genitore affidatario ha il dovere di favorire il rapporto del figlio con l’altro genitore, a meno che sussistano contrarie indicazioni di particolare gravità, tenuto conto che entrambe le figure genitoriali sono centrali e determinanti per la crescita equilibrata del minore. Continua a leggere

N.7477/14 – L’aspra conflittualità tra i coniugi non esclude l’affidamento condiviso dei figli

La Corte di Cassazione, nella sentenza n. 7477/2014, ha stabilito che l’aspra conflittualità presente tra i coniugi non impedisce al giudice di disporre l’affidamento condiviso dei figli ad entrambi, a meno che detta conflittualità ponga in pericolo l’equilibrio e lo sviluppo psico-fisico dei figli, così pregiudicando il loro interesse.