Comunicato Colibri-Italia al M5S

Le numerose associazioni italiane costituite da genitori separati aderenti al Coordinamento interassociativo Colibrì, si rivolgono al Movimento 5 Stelle, chiedendo come abbia consentito all’ on. Spadafora di esprimere fuorvianti dichiarazioni in relazione al ddl 735, soprattutto in considerazione che, come da programma è in elaborazione un testo unificato che raccoglie in forma mediata oltre al ddl 735, ben altri 5 disegni di legge. Niente e nessuno ci risulta si sia occupato di ritirare nulla. Ci pare di cattivo gusto da parte del vostro rappresentante di governo esprimersi in tal senso soprattutto in considerazione che non rappresenta l’intero Movimento, che ha cambiato vari schieramenti politici, che non è un genitore, che non risulta essere sposato nè ha mai brillato come garante dell’infanzia in un suo precedente incarico.

L’avvertimento che rivolgiamo al Movimento 5 Stelle riguarda la percezione crescente di profonda delusione da parte dei genitori separati fedeli all’elettorato 5Stelle che all’interno delle nostre associazioni si sono sentiti traditi proprio da quel partito che hanno contribuito a far crescere alle scorse elezioni e che si è preso un impegno con loro.
A tale riguardo siamo certi che moltissimi voti troveranno altrove la loro collocazione se il M5S si prestasse a tradire il patto di governo e continuasse a manifestare dissenso verso la riforma dell’affidamento minorile e al Diritto di Famiglia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.