La generazione senza padre

I danni della privazione paterna sono evidenti sotto gli occhi di tutti, basta volerli vedere.  I nostri “politicanti” farebbero bene a guardare oltre i nostri confini e leggere ciò che in altri stati, vedi l’america, hanno studiato e cercato di porvi rimedio.

Ringraziamo Giovanni Peirone per averci indicato questo articolo statistico che riproduciamo tradotto ma che è possibile leggere in originale

The Fatherless Generation

La generazione senza padre

Statistica

  • Il 63% dei giovani suicidi proviene da case senza padre (US Department of Health / Census) – 5 volte la media.
  • Il 90% di tutti i senzatetto e i bambini in fuga provengono da case senza padre – 32 volte la media.
  • L’85% di tutti i bambini che mostrano disturbi del comportamento provengono da case senza padre – 20 volte la media. (Center for Disease Control)
  • L’80% degli stupratori con problemi di rabbia proviene da case senza padre – 14 volte la media. (Justice & Behaviour, Vol 14, pag 403-26)
  • Il 71% di tutti gli abbandoni delle scuole superiori proviene da case senza padre – 9 volte la media. (Rapporto dell’Associazione Nazionale Principali)

Fattore del Padre nell’educazione – I bambini senza padre hanno il doppio delle probabilità di abbandonare la scuola.

  • I bambini con padri coinvolti sono il 40% in meno di probabilità di ripetere un voto a scuola.
  • I bambini con padri coinvolti sono il 70% in meno di probabilità di abbandonare la scuola.
  • I bambini con i padri che sono coinvolti hanno maggiori probabilità di ottenere A’s a scuola.
  • I bambini con i padri coinvolti sono più propensi a frequentare la scuola e ad impegnarsi in attività extrascolastiche.
  • Il 75% di tutti i pazienti adolescenti in centri di abuso di sostanze chimiche proviene da case senza padre – 10 volte la media.

Fattore di padre nell’abuso di droghe e alcol – I ricercatori della Columbia University hanno scoperto che i bambini che vivono in famiglie con due genitori con un rapporto povero con il padre hanno il 68% di probabilità in più di fumare, bere o usare droghe rispetto a tutti gli adolescenti in famiglie con due genitori .

  • Gli adolescenti nelle famiglie con una madre single hanno un rischio maggiore del 30% rispetto a quelli delle famiglie con due genitori.
  • Il 70% dei giovani nelle istituzioni statali proviene da case senza padre – 9 volte la media. (Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti, settembre 1988)
  • L’85% di tutti i giovani in carcere proviene da case senza padre – 20 volte la media. (Fulton Co. Georgia, Dipartimento di Correzione del Texas)

Fattore di padre in carcere – Anche dopo aver controllato le entrate, i giovani in famiglie assenti dal padre avevano ancora probabilità di incarcerazione significativamente più alte di quelle delle famiglie madri e padre. I giovani che non hanno mai avuto un padre in famiglia hanno avuto le più alte probabilità. Un sondaggio del Dipartimento di giustizia del 2002 di 7.000 detenuti ha rivelato che il 39% dei detenuti viveva in famiglie di sole madri. Circa il quarantasei per cento dei detenuti nel 2002 aveva un familiare precedentemente incarcerato. Un quinto ha vissuto un padre in prigione o in prigione.

Padre autore di crimine – Uno studio su 109 minori trasgressori ha indicato che la struttura familiare predice in modo significativo la delinquenza. Gli adolescenti, in particolare i ragazzi, nelle famiglie monoparentali erano a più alto rischio di insolvenza, di proprietà e di delinquenza. Inoltre, anche gli studenti che frequentano scuole con un’alta percentuale di figli di genitori single sono a rischio. Uno studio su 13.986 donne in carcere ha dimostrato che più della metà è cresciuta senza il padre. Il quarantadue percento è cresciuto in una famiglia single-madre e il sedici percento vive con nessuno dei genitori

Fattore di padre nell’abuso di minori – Rispetto alla convivenza con entrambi i genitori, il fatto di vivere in una casa monoparentale raddoppia il rischio che un bambino subisca una negligenza fisica, emotiva o educativa. Il tasso globale di abuso e abbandono dei minori nelle famiglie monoparentali è di 27,3 bambini per 1.000, mentre il tasso di maltrattamento generale nelle famiglie con due genitori è di 15,5 per 1.000.

Le figlie di genitori single senza un padre coinvolto hanno il 53% in più di probabilità di sposarsi da adolescenti, il 711% in più di avere figli adolescenti, il 164% in più di probabilità di avere un parto prematrimoniale e il 92% di probabilità di divorziarsi.

  • Le ragazze adolescenti cresciute in una casa con due genitori con padri coinvolti hanno meno probabilità di essere sessualmente attive rispetto alle ragazze cresciute senza padri coinvolti.
  • Il 43% dei bambini statunitensi vive senza il padre [Dipartimento di censimento degli Stati Uniti]
  • Il 90% dei senzatetto e dei bambini in fuga proviene da case senza padre. [US D.H.H.S., Bureau of the Census]
  • L’80% degli stupratori motivati ​​dalla rabbia sfollata proviene da case senza padre. [Criminal Justice & Behaviour, Vol 14, pp. 403-26, 1978]
  • Il 71% delle adolescenti incinte non ha un padre. [NOI. Comunicato stampa del Dipartimento della Salute e dei servizi umani, venerdì 26 marzo 1999]
  • Il 63% dei giovani suicidi proviene da case senza padre. [US D.H.H.S., Bureau of the Census]
  • L’85% dei bambini che presentano disturbi del comportamento provengono da case senza padre. [Center for Disease Control]
  • Il 90% degli adolescenti incendiaci vive con la sola madre. [Wray Herbert, “Dousing the Kindlers”, Psychology Today, gennaio 1985, p. 28]
  • Il 71% degli abbandoni alle scuole superiori proviene da case senza padre. [Rapporto della National Principals Association sullo stato delle scuole superiori]
  • Il 75% dei pazienti adolescenti in centri di abuso chimico proviene da case senza padre. [Arcobaleni per tutti i figli di Dio]
  • Il 70% dei minori negli istituti statali non ha padre. [US Department of Justice, Special Report, settembre 1988]
  • L’85% dei giovani nelle carceri è cresciuto in una casa senza padre. [Popolazioni carcerarie della Fulton County Georgia, Texas Department of Corrections, 1992]
  • I ragazzi e le ragazze senza padre sono: il doppio delle probabilità di abbandonare la scuola superiore; il doppio delle probabilità di finire in prigione; quattro volte più probabilità di aver bisogno di aiuto per problemi emotivi o comportamentali. [US D.H.H.S. comunicato stampa, 26 marzo 1999]

Statistiche sulla paternità del censimento

  • 64,3 milioni: numero stimato di padri in tutta la nazione
  • 26,5 milioni: numero di padri che fanno parte di famiglie di coppie sposate con i propri figli di età inferiore ai 18 anni.
  • Tra questi padri –                                                                          – Il 22% sta allevando tre o più dei propri figli di età inferiore a      18 anni (solo tra le famiglie di coppie sposate).                          – Il 2 percento vive nella casa di un parente o di un non                parente.
  • 2,5 milioni: numero di padri singoli, rispetto a 400.000 nel 1970. Attualmente, tra i genitori single che vivono con i loro figli, il 18% sono uomini.
    Tra questi padri –
    –  L’8% sta allevando tre o più dei propri figli sotto i 18 anni.
    –  Il 42% è divorziato, il 38% non si è mai sposato, il 16% è           separato e il 4% è vedovo. (Le percentuali di coloro che sono     divorziati e mai sposati non sono significativamente differenti      l’uno dall’altro).
    –  Il 16 percento vive nella casa di un parente o di un non-             parente.
    –  Il 27% ha un reddito familiare annuale di $ 50.000 o più.
  • 85%: tra i 30,2 milioni di padri che vivono con bambini di età inferiore ai 18 anni, la percentuale che ha vissuto solo con i propri figli biologici.
    –   L’11 percento viveva con i bambini piccoli
    –   4 per cento con i bambini adottati
    –   <1 percento con figli adottivi
    Le politiche recenti incoraggiano lo sviluppo di programmi volti a migliorare lo status economico dei padri non residenti a basso reddito e il sostegno finanziario ed emotivo fornito ai loro figli. Questo brief fornisce dieci lezioni chiave da parte di importanti iniziative di paternità precocemente responsabili che sono state sviluppate e implementate negli anni ’90 e nei primi anni 2000. Le valutazioni formali di questi sforzi precedenti della paternità sono state completate rendendo questo un momento opportuno per fare un passo indietro e valutare ciò che è stato appreso e come sviluppare i successi e le sfide dei primi programmi. Mentre le seguenti statistiche sono formidabili, la letteratura della ricerca sulla paternità responsabile generalmente sostiene l’affermazione secondo cui un padre amorevole e generoso migliora i risultati per i bambini, le famiglie e le comunità.
  • I bambini con padri coinvolti e amorevoli hanno molte più probabilità di fare bene a scuola, avere una sana autostima, mostrare empatia e comportamenti pro-sociali, ed evitare comportamenti ad alto rischio come l’uso di droghe, assenze ingiustificate e attività criminali rispetto ai bambini che avere padri non coinvolti.
  • Gli studi sulle relazioni genitore-figlio e sul benessere del bambino mostrano che l’amore del padre è un fattore importante nel predire lo sviluppo sociale, emotivo e cognitivo e il funzionamento dei bambini e dei giovani adulti.
  • 24 milioni di bambini (34%) vivono assenti dal loro padre biologico.
  • Quasi 20 milioni di bambini (il 27%) vivono in case monoparentali.
  • Il 43 per cento dei primi matrimoni si scioglie in quindici anni; circa il 60 percento delle coppie divorziate ha figli; e circa un milione di bambini ogni anno sperimentano il divorzio dei loro genitori.
  • I padri che vivono con i loro figli hanno più probabilità di avere una relazione stretta e duratura con i loro figli rispetto a quelli che non lo fanno.
  • Rispetto ai bambini nati all’interno del matrimonio, i bambini nati da genitori conviventi hanno tre volte più probabilità di sperimentare l’assenza del padre, ei bambini nati da genitori non sposati e non conviventi hanno quattro volte più probabilità di vivere in una casa assente dal padre.
  • Circa il 40% dei bambini in case assenti dal padre non ha visto il proprio padre durante l’ultimo anno; Il 26 per cento dei padri assenti vive in uno stato diverso rispetto ai loro figli; e il 50% dei bambini che vivono assenti dal padre non ha mai messo piede nella casa del padre.
  • I bambini che vivono assenti i loro padri biologici sono, in media, almeno due o tre volte più probabilità di essere poveri, usare droghe, sperimentare problemi educativi, di salute, emotivi e comportamentali, essere vittime di abusi sui minori e impegnarsi in comportamento criminale rispetto ai loro coetanei che vivono con i loro genitori sposati, biologici (o adottivi).
  • Dal 1995 al 2000, la percentuale di bambini che vivono in case monoparentali è leggermente diminuita, mentre la percentuale di bambini che vivono con due genitori sposati è rimasta stabile.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.