RADICALE MODIFICA IN TUTTI I TRIBUNALI DELLE SCHEDE ISTAT PER SEPARAZIONE E DIVORZIO

COMUNICATO STAMPA

RADICALE MODIFICA IN TUTTI I TRIBUNALI DELLE SCHEDE ISTAT PER SEPARAZIONE E DIVORZIO

Firenze, 22 febbraio 2018 – Dopo avere constatato – in base all’analisi delle schede compilate nei tribunali tra il 2005 e il 2015 in occasione di separazione e divorzio (Report nov. 2016) – che “al di là dell’assegnazione formale dell’affido condiviso, ……….

Continua a leggere

“Le linee-guida di Brindisi tra pseudosociologia e metadiritto” di Marino Maglietta

Mantenimento dei figli: tribunali a confronto di Marino Maglietta

bambino che fa i conti concetto mantenimento

Prof. Marino Maglietta – I tribunali ordinari di Roma e Milano assorbono percentuali elevatissime del contenzioso in materia di separazione e divorzio: le loro decisioni sono pertanto altamente rappresentative delle tendenze della giurisprudenza e svolgono una funzione pilota. E’ dunque di particolare interesse mettere a confronto quanto recentemente deciso dall’uno e dall’altro(Tribunale Milano, sez. IX civ., ordinanza 11 marzo 2016, est. G. Buffone; Tribunale Roma, sez. I civ., sentenza 8 aprile 2016, est. D. Galterio)sulla forma della contribuzione al mantenimento dei figli.

Il Dlgs sulla filiazione sacrifica l’affidamento condiviso e la mediazione familiare

Maglietta 272x300

Il parere di Marino Maglietta. [Intervista di Rossella Pagnotta] . Un recente Comunicato stampa dell’Associazione Nazionale Crescere Insieme – presieduta da Marino Maglietta, ideatore dell’affidamento condiviso ed estensore dei testi alla base della relativa legge – ha segnalato la presenza di manomissioni degli articoli del codice civile che introducono l’affidamento condiviso nel Dlgs destinato precipuamente a realizzare l’equiparazione della filiazione naturale a quella legittima. Continua a leggere

Oggi nasce ufficialmente La Nostra Campagna. La nostra è una battaglia di civiltà, all’interno della quale, donne e uomini, condividono lo stesso principio e lo stesso pensiero. Noi non entriamo in merito a progetti di legge, anche se in futuro ci pronunceremo, ma diciamo una cosa proprio diversa, perché ci siamo stancati di giochi e giochini partitici. Noi facciamo un nome per un ministero. E continuiamo il dialogo e il confronto con tutte le associazioni della rete, con cui siamo in contatto. Noi vogliamo il meglio per tutti e pensiamo che la nomina a ministro di Marino Maglietta, sia la soluzione per spezzare le catene, che ogni volta gli mettono dentro al Palazzo per i noti motivi di sempre.

Continua a leggere

La Nostra Campagna e la PAS

Prosegue l’azione della Nostra Campagna, con gli articoli che descrivono il nostro progetto. Noi, siamo tutte persone della società civile e non abbiamo interessi di poltrona. A noi interessa far entrare Marino Maglietta al Ministero delle Pari Opportunità per far accadere delle cose, che sono descritte nel nostro progetto. Abbiamo parlato di banca dati per i pedofili e pool anticrimine, di false accuse e di case famiglia. Oggi parliamo di PAS. Continua a leggere

Pari opportunità. Ora un uomo al posto della Idem. Il nome? Marino Maglietta

Con le dimissioni di Josefa Idem al Presidente del Consiglio toccherà verosimilmente nelle prossime ore nominare un successore per il dicastero delle Pari Opportunità. Se suscita sempre vivace interesse la nomina od anche solo la candidatura di una donna ad una qualsiasi carica pubblica, nel caso del ministero delle Pari Opportunità è difficile che ci sia grande pathos, essendo tale ministero attribuito da sempre “in quota rosa”. Continua a leggere

Vai alla barra degli strumenti