Il Registro della Bigenitorialità a Sanremo è una realtà

“L’istituzione del registro delle Bigenitorialità rappresenta un atto di garanzia e tutela verso i minori che si trovano a vivere la condizione di figli di genitori separati, anche nel caso che gli stessi non siano in buoni rapporti” ha detto Paola Arrigoni del Movimento 5 Stelle. Paola Arrigoni

Un tema che ha trovato il consenso di tutto il consiglio comunale di Sanremo è stato quello, proposto con una mozione del Movimento 5 Stelle, relativo all’istituzione del registro della bigenitorialità.

Continua a leggere

Il Registro della Bigenitorialità è un diritto del minore, non è un escamotage dei genitori

In seguito della notizia apparsa sul giornale online http://rivierapress.it/ relativo alla discussione sull’importanza o meno del registro della Bigenitorialità come presidente dell’associazione Papà Separati Liguria Onlus, mi preme dover rimarcare che la consigliera Acquista, forse avrebbe dovuto informarsi meglio su cosa sia il Registro e su cosa è la Bigenitorialità e non copiare pedissequamente un giudizio da parte del garante dell’Emilia Romagna. Continua a leggere

A proposito del “REGISTRO DELLA BIGENITORIALITA”

La legge italiana è precisa, per quanto riguarda i doveri dei genitori nei confronti dei propri figli.
I minori hanno il diritto di mantenere rapporti equilibrati e continuativi con entrambi i genitori ed entrambi i genitori hanno il dovere di educare, istruire, curare e tutelare i figli e affinché ciò sia possibile, entrambi i genitori devono essere informati di tutto ciò che riguarda la salute, l’educazione e l’istruzione della loro prole. Continua a leggere

Bigenitorialità a Sanremo con Dario Daniele e Papà Separati Liguria

locandina SERATA bigenitorialità - 11.12.2015Venerdì 11 dicembre il noto professore e scrittore sanremese Dario Daniele, in collaborazione con l’Associazione dei Papà Separati Liguria, propone una giornata dedicata al Diritto alla Bigenitorialità dei bambini.

Il diritto alla bigenitorialità è il legittimo diritto del nascituro non solo a essere “mantenuto, educato e istruito dai genitori”, come recita la nostra Costituzione, ma anche a poter avere un rapporto stabile e possibilmente paritario con entrambi i genitori (anche se separati o non conviventi), intesi come madre e come padre, e con i rispettivi rami genitoriali. Continua a leggere