Sentenza storica!!

SENTENZA STORICA!! Così la Suprema Corte nella sentenza n. 11504/17: “Il Mantenimento non va riconosciuto a chi è indipendente economicamente”. Ovvero, possiede redditi, patrimonio mobiliare e immobiliare, “capacità e possibilità effettive” di lavoro personale e “la stabile disponibilità” di un’abitazione” e continua ” … la circostanza che i tempi ormai sono cambiati e occorre «superare la concezione Continua a leggere

Affido di minori: padre divorziato potrà farsi direttamente carico del figlio

“Il tribunale di Brindisi supera la tradizionale forma dell’assegno di mantenimento in denaro che storicamente uno dei coniugi versava al coniuge collocatario”

BRINDISI – Con una recente sentenza il tribunale di Brindisi ha riconosciuto il diritto di un padre divorziato a tenere suo figlio minorenne presso il proprio domicilio in un numero di giorni identici a quelli in cui il figlio potrà stare da sua madre, facendosi carico direttamente di tutti i bisogni del minore, senza dover versare alcuna assegno di mantenimento alla madre, ad eccezione di una piccola somma mensile in funzione meramente perequativa. Continua a leggere

COMUNICATO STAMPA L’affidamento condiviso e la sua applicazione: Diritti dei minori e interessi degli adulti

COMUNICATO STAMPA Associazione Nazionale “Crescere Insieme”

L’affidamento condiviso e la sua applicazione: Diritti dei minori e interessi degli adulti

L’Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i Minori (Aiaf) ha espresso con vigore la propria indignazione di fronte alle linee guida emanate dal Presidente della sezione civile del Tribunale di Brindisi.
Anzitutto, l’obiezione è di metodo: si contesta il diritto di un magistrato di interpretare la normativa secondo una propria visione: no, tutti devono pensare come l’Aiaf. Continua a leggere

n.25531/16 – Dovere di mantenimento dei figli: no a tetti massimi definitivi

Cass. Civ., Sez. VI – 1, ordinanza 13 dicembre 2016 n. 25531 (Pres. Dogliotti, rel. Genovese)

Mantenimento dei figli – Elementi da valutare – Fissazione di un tetto massimo definitivo – Esclusione (art. 337-ter c.c.)

Il dovere di mantenere, istruire ed educare la prole, secondo il precetto di cui all’art. 147 cod. civ., impone ai genitori, anche in caso di separazione (o di divorzio), di far fronte ad una molteplicità di esigenze dei figli, certamente non riconducibili al solo obbligo alimentare, ma….. Continua a leggere

Sentenza del TAR Bari sull’ accesso conti correnti

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia   (Sezione Terza)  ha pronunciato la presente     SENTENZA   sul ricorso numero di registro generale 842 del 2016, proposto da:   -OMISSIS-, rappresentata e difesa dall’avvocato Raffaele Sannicandro,con domicilio eletto presso il suo studio in Bari, via Peucetia, n.28;             contro    Agenzia delle Entrate di Bari, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso per legge dall’Avvocatura Distrettuale dello Stato di Bari, domiciliataria in Bari, via Melo, n. 97;   Continua a leggere

Pignoramento dello stipendio

In altre occasioni ci siamo occupati della possibilità, per il creditore insoddisfatto nelle sue ragioni di credito, di agire esecutivamente nei confronti del debitore, pignorando i suoi beni, nelle forme dell’espropriazione mobiliare ed immobiliare, soffermandoci in particolare sui limiti alla pignorabilità dei beni e sul pignoramento del conto corrente.

Continua a leggere